CHI SONO

matteo_bertella


Ciao mi chiamo Matteo, diventerò il tuo Rolfer. Insieme andremo alla scoperta di quello che è per me il mondo più bello ed affascinante di tutti: l’essere umano, con le sue mille sfaccettature e le sue complessità.

Sono Osteopata ed ho scelto questa professione perché nutro una straordinaria curiosità sulle capacità di autoguarigione del nostro corpo.

Mi entusiasma il rapporto che riesco ad instaurare con la gente e la possibilità di poterla orientare in questo meraviglioso sistema, diviso tra la gravità terrestre e la resilienza del tessuto connettivo.

Ognuno di noi si porta con se un bagaglio genetico che può solo imparare a conoscere e stimare. Contemporaneamente, però, anche la nostra storia, fatta di piccoli e grandi incidenti, ci cambia in modo apparentemente irreversibile. Dalla nascita alla vecchiaia assumiamo infinite posture scorrette per superare le barriere del mondo che ci circonda, come il girello, il banco di scuola, la poltrona da ufficio, e ancora tante e tante altre. Come ho detto non è una condanna inconvertibile. Il nostro corpo registra e ricorda tutto ma, al contempo ha una eccezionale capacità di modificarsi.

E’ qui che entra in gioco il Rolfing e la sua peculiarità di riportare il nostro corpo in gravità, per scaricare le tensioni per ridare energia ed elasticità al tessuto.